Infezione di un dente devitalizzato e febbre: quali rimedi?

infezione dente devitalizzato febbre

Condividi

L’infezione di un dente devitalizzato con febbre può provocare un ascesso doloroso ed è importante agire in tempo con la giusta terapia.

Hai effettuato una devitalizzazione e, dopo qualche giorno, sono comparsi dei dolori spiacevoli?

Dopo il trattamento canalare sono comparse delle linee di febbre? È probabile che tu abbia un’infezione dei denti o un ascesso dentale.

Infatti, la devitalizzazione, se effettuata in maniera non corretta, rientra tra le prime cause di infezioni ai denti più o meno gravi. In particolare, può causare un ascesso dentale endodontico. Se il tessuto pulpare necrotico non viene eliminato completamente, oppure la pulizia canalare viene effettuata in maniera sommaria e superficiale è molto probabile che si verifichi un’infezione del dente o dei tessuti ad esso connessi. Questo è dovuto alla reazione dell’organismo che genera pus e provoca un ascesso dentale.

infezione di un dente devitalizzato e febbre: cosa è un ascesso dentale e perché è importante agire in tempo?

L’ascesso dentale è una vera e propria infezione che si manifesta con la formazione di un rigonfiamento doloroso ripieno di pus. All’interno di questo liquido purulento vi è un accumulo di batteri, globuli bianchi e vari detriti cellulari che provoca dolore. Infatti, il più delle volte, il paziente si accorge di avere un ascesso dentale già in corso perché avverte dolore localizzato sulla guancia.

Ma, quali sono i sintomi più comuni dell’ascesso dentale?

Se dopo la tua devitalizzazione avverti uno o più di questi sintomi contatta direttamente il tuo odontoiatra di fiducia: mal di denti, dolore localizzato in una parte del volto, spossatezza, alitosi, sensibilità dentale, febbre. Nello specifico, la febbre è un grande campanello d’allarme e indica che è l’infezione è in uno stato abbastanza avanzato.

Una delle principali cause di una devitalizzazione effettuata in maniera approssimativa o poco professionale è la mancanza della diga di gomma che, solitamente, si usa durante un’otturazione o una devitalizzazione. Quest’ultima ha lo scopo di isolare l’area di lavoro dalla contaminazione batterica.

La devitalizzazione o cura canalare di uno o più denti è un procedimento articolato che consta di più fasi. Deve essere eseguito seguendo tutti i più rigidi protocolli igienico-sanitari per ridurre al minimo le infezioni e gli ascessi.

Hai avuto problemi con questa terapia e sei alla ricerca del tuo nuovo odontoiatra di fiducia?
Il Dottor Fabio Gramaglia è pronto ad accoglierti e a prendersi cura del tuo sorriso.
Entra in contatto con il nostro Studio: compila il modulo di contatto e descrivi la tua problematica. Sarai ricontattato in 24 ore!

Allega file (panoramica, prescrizioni mediche, altri preventivi ecc)

Potrebbe interessarti

discromia denti
Igiene Dentale

Discromia denti: come agire?

Discromia denti: è l’alterazione del colore naturale dei denti che si presentano “macchiati” o con diverse tonalità di bianco.

Avvia la chat
1
Vuoi prenotare una visita o parlare direttamente con lo studio medico?